Lunghezza titoli delle pagine migliorata da Google

Tabella dei Contenuti

Condividi questo articolo

Nel settembre 2018 si è verificato un incremento della lunghezza titoli delle pagine: è un cambiamento temporaneo o vedrà il crisma dell’ufficialità? Nell’attesa mostriamo ciò che è successo nelle ultime settimane.

Da sempre uno degli elementi che interessa chi lavora sul web è certamente la scelta della lunghezza titoli delle pagine. Questa ha una valenza molto rilevante non solo per catturare l’interesse dell’utente, ma anche in ottica SEO. La preferenza delle parole da inserire devono avere una certa attrattiva. Allo stesso tempo si devono rispettare alcuni parametri ben definiti. Saper indicizzare un contenuto su internet consente di ottenere un numero elevato di visite, potenzialmente trasformabili in conversioni (nel caso di vendita o promozione di servizi).

Google nell’ultimo periodo ha iniziato ad apportare alcune modifiche in questo settore. Si tratta di una netta rivoluzione che, se diventerà effettiva, potrebbe portare notevoli cambiamenti e migliorie.

Lunghezza titoli delle pagine

Ciò che balza alla nostra attenzione è che l’azienda di Mountain View ha incrementato la lunghezza titoli delle pagine, per quanto riguarda i risultati sui motori di ricerca, nel mese di settembre 2018.

Secondo un rapporto di Rank Ranger, una delle più note piattaforme per Seo e marketing, questa variazione ha riguardato un innalzamento di caratteri da 55 a 83. Questo incremento non è stato repentino, ma si è verificato in maniera lenta ma costante, nel corso del mese sopracitato. Alla luce di questi eventi c’è da immaginarsi una presa di posizione di Google, intenta ad apportare questi mutamenti. Non resta che attendere i dati dei mesi a seguire.

Tuttavia vi è un precedente che potrebbe tornare utile per un’ulteriore analisi, anche se riferito a parametri diversi. A fine 2017 ad essere stata intaccata era la, ossia la descrizione relativa all’ Url della pagina. Ma si è trattato soltanto di un evento passeggero, dato che dopo poco tempo il suo ampliamento è stato arrestato, tornando al numero di caratteri precedente.

Cambiamento temporaneo o permanente?

Ricordiamo che quella relativa alla lunghezza titoli delle pagine potrebbe non trattarsi di una modifica affermativa. Bisogna attendere nuovi risvolti nelle prossime settimane, per riscontrare se si tratti di un cambiamento permanente o transitorio. Di conseguenza i proprietari dei siti web dovrebbero evitare di eseguire aggiornamenti, scongiurando preoccupazioni e timori. Non a caso Google stessa, sempre in merito all’incremento della meta description, aveva annunciato di non effettuare update. Questa direttiva, nonostante l’avvertimento, non è stata seguita appieno, con non poche conseguenze finali.

Condividi questo articolo

Rispondi

Gianluca Gentile