Risultati con la SEO

Tabella dei Contenuti

Condividi questo articolo

Risultati con la SEO

Come ricordiamo sempre, un sito web/blog colpisce per prima cosa per l’immagine, poi per il contenuto e infine per la fiducia che l’utente ripone in ciò che proponi. Ma da parte tua, hai bisogno di guadagnare e i punti appena elencati non sono sufficienti sicuramente. Una parte importante la gioca la SEO, cioè l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO). E’ un’area davvero complessa e va sempre trattata con un occhio di riguardo.

La maggior parte dei visitatori effettuano ricerche utilizzando il motore di ricerca Google, quindi innanzitutto accertati che il tuo sito web abbia tutte le carte in regola per posizionarsi in cima ai risultati di ricerca.

Ogni sito web/blog deve avere i contenuti ben ottimizzati: i motori di ricerca devono poter abbinare meglio le parole chiave e le frasi nei tuoi articoli, alle parole chiave e frasi che gli utenti stanno digitando sul motore di ricerca e, di conseguenza, mostrare i tuoi contenuti più in alto nei risultati e possibilmente nella prima pagina. A questo punto entra in gioco la SEO on-page.

Cos’è la SEO on-page?

E’ sapere come ottimizzare le singole pagine e gli articoli del tuo sito. Essendo Google a decidere quali sotto i fattori più incidenti per la visualizzazione, un tempo i backlink e le strategie seo erano la chiave di volta per l’ottimizzazione, oggi la chiave è la SEO on-page con la quale puoi ottenere risultati sempre migliori nella valutazione e nella comprensione del contenuto dei siti web e aver un maggiore successo con Google.

Il successo veloce?

Non ti aspettare che avendo seguito tutti i consigli di Google, domani il tuo sito sia il primo in classifica. Sicuramente sei stato bravo, ma non sarai al primo posto da oggi a domani, spesso i motori di ricerca funzionano lentamente e quindi il tuo sito web/blog potrebbe impiegare mesi se non un anno o più, ad arrivare primo in prima pagina. E questo anche se i tuoi utenti digitino sempre la parola chiave corrispondente esatta.

Ti consigliamo cinque passaggi per velocizzare questo miglioramento:

  1. Contenuto originale

Google riceve miliardi di contenuti ogni giorno e spesso sono dei copia/incolla da altri siti, o comunque i contenuti sono davvero simili ad altri. Se il contenuto, soprattutto la parte di testo, include foto, video, è originale, ci saranno maggiori possibilità che Google lo identifichi e lo faccia salire in classifica. Inoltre non dimenticare la grammatica e la composizione del testo. Usa sempre concetti semplici, chiari e lineari, verifica che le immagini siano libere da copyright, i titoli siano ottimizzati e rileggi sempre.

Per articolo si intende un testo che parla di un argomento, che è la parola chiave o frase chiave. Cerca di essere sempre specifico e chiaro, in quanto avrai maggiori possibilità di un posizionamento in alto nei risultati di ricerca per quella parola/frase chiave.

  1. Le informazioni meta

Tra le informazioni da aggiungere ci sono i meta tag di una pagina, ma questi parametri sono visibili solo ai motori di ricerca. Tutte le informazioni nei meta tag vengono utilizzate per migliorare la rilevanza e mostrare le informazioni online, soprattutto il tag “Title”, spesso mostrato come titolo nei risultati di ricerca.

Per gli utenti che ricercano online, è necessario che tu presti importanza alle meta description. Sono le case in cui inserire il testo descrittivo e che così comparirà nei risultati dei motori di ricerca.

I tag title e le meta description andrebbero sempre completati per accrescere l’interesse e la curiosità tra coloro che effettuano la ricerca.

Inoltre, puoi completare i meta tag Open Graph, che forniscono informazioni importanti per i social network.

  1. Link interni

Aiuta il lettore inserendo link interni pertinenti per navigare all’interno del sito. Grazie ai link interni i motori possono riconoscere le sottopagine importanti sulla base dei collegamenti. Cerca di fare tutto nel modo più semplice possibile, chiaro e incoraggia gli utenti a leggere i link. Oltre ai link interni, utilizza anche i link esterni in modo da sollecitare la lettura di contenuti importanti e rilevanti, anche su siti della concorrenza.

Ti consigliamo di collegare il testo in base al tema e utilizzare la barra laterale per includere gli elenchi degli articoli più letti o dai più recenti. Le categorie chiare e semplici sono ben gradite dagli utenti, aggiungi un widget alla barra laterale del tuo sito web e sarà ancora più facile.

  1. Ottimizzazione

Ricordati ad ottimizzare il tuo sito web/blog in modo che sia privo di errori e veloce nel caricamento. Oltre a donare un’esperienza positiva per i visitatori, ottimizza le prestazioni del tuo sito web. Puoi aiutarti installando i plugin di caching come WP Super Cache per ridurre i tempi di caricamento.

  1. Usabilità

Forse è il punto più difficile da consigliarti. Purtroppo l’usabilità dipende da tanti fattori diversi e misurare quanto è facile per i visitatori utilizzare il tuo sito web non è davvero un gioco da ragazzi. Fatti aiutare da famigliari o amici a controllare che la navigazione sia chiara, logica e semplice da trovare, sia semplice da leggere e abbia una buona leggibilità. Aiutati con il collegamento ai social media e metti in risalto le possibilità di condividere i tuoi articoli. Un sito web/blog usabile ha un impatto diretto sul posizionamento su Google.

Strumenti

Per comprendere i meccanismi dell’ottimizzazione SEO on-page, puoi utilizzare:

Servizio di validazione markup W3

https://validator.w3.org/

Analizza il codice HTML di un sito web e offre suggerimenti sulla risoluzione di eventuali errori.

Google Page Speed Insights

https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/

Analizza le prestazioni del tuo sito web e offre suggerimenti su come migliorare.

OnPage.org

https://en.onpage.org/product/free/

Analizza un sito web e trova eventuali problemi, e offre suggerimenti su come ottimizzarlo.

 

Condividi questo articolo

Rispondi

Gianluca Gentile