Personal Branding cos’è e rilevanza nel mondo digitale

Tabella dei Contenuti

Condividi questo articolo

Personal Branding cos’è, in questo articolo verrà trattato un ampio approfondimento sulla necessità di creare la propria immagine nel settore del working digitale.

La considerazione che gli altri hanno su di sé rappresenta un aspetto molto rilevante. La reputazione personale infatti, oltre a ad esse importante per l’individuo, è intesa come un vero e proprio biglietto da visita. Ciò vale non solo nella vita quotidiana, ma in modo particolare anche nell’ambito lavorativo. Le opinioni altrui possono influenzare le proprie condizioni lavorative, determinando drasticamente le sorti della propria attività. Di conseguenza è opportuno cercare di crearsi una nomea positiva, volta non solo ad ottenere il “pollice in su” del cliente, ma per accaparrarsene di nuovi. E’ qui che si sviluppa il concetto di creare un marchio attorno alla propria persona.

Personal Branding cos’è

Il mondo del lavoro nell’ultimo decennio è stato fortemente influenzato dalla crescita esponenziale del web. Si è trasformata in un ambiente ricco di opportunità, nel quale un libero professionista o imprenditore può avviare e accrescere la propria attività. Il luogo ideale nel quale farsi pubblicità, avviando precise campagne di marketing.

Pertanto è divenuto importante plasmare attorno a sé una nomea positiva nell’universo digitale, in modo tale da avere un’influenza favorevole sul proprio business. La prerogativa fondamentale è creare ad hoc la propria immagine, con accorgimenti dettagliati volti a risultare presentabili agi occhi dei consumatori o potenziali datori di lavoro.

Tutto ciò può essere sintetizzato con la realizzazione del proprio Personal Branding, ossia la creazione del proprio marchio personale. Tale concetto può essere riassunto nelle opinioni che gli utenti hanno su di sè o sui prodotti / servizi proposti. Impressioni che il pubblico sente non appena si cimenta con il nome del brand in questione.

Crea il tuo brand personale

Chi non è avvezzo ai sistemi della rete si pone la seguente domanda: il Personal Branding cos’è? In parole povere è l’immagine che il professionista crea di sé sul web, con l’intento di catturare l’interesse degli utenti.

Alla luce di questa definizione il focus principale è definire gli aspetti di forza della propria attività, tenendo conto del settore di appartenenza, le proprie competenze e capacità ecc. Elementi che possano mettere in risalto il proprio marchio, in modo tale che il consumatore possa collegarlo ad una specifica caratteristica.

Questo è valevole sia per i singoli individui, ossia i liberi professionisti che necessitano di accrescere la propria fama, che le grandi multinazionali. Le aziende infatti si pongono l’obiettivo di formare un numero consistente di followers, incrementando ulteriormente il proprio riconoscimento. Nella rete ciò lo si realizza tramite campagne di marketing, creazione di pagine web, account ufficiali sui principali social network. Stessa cosa per gli imprenditori autonomi, che mirano a diventare il principale punto di riferimento per il proprio pubblico di riferimento.

Personal Branding cos'è e rilevanza nel mondo digitale

Personal Branding cos’è e rilevanza nel mondo digitale

Come fare Personal Branding

A seguire illustriamo i punti focali da seguire su come fare Personal Branding:

  • Definire il proprio target di riferimento. Una direttiva standard ma spesso sottovalutata. Soltanto da ciò si possono estrapolare le nozioni base su cui improntare il proprio business;
  • Esaminare le proprie capacità e competenze. Osservando attentamente le proprie caratteristiche consente di mettere fuoco ciò che si vuole proporre al consumatore, con un’esposizione volta a destare interesse,
  • Mettere in risalto le proprie virtù, mostrando ciò che si offre rispetto alla concorrenza;
  • Comunicare con il pubblico in maniera corretta e impeccabile, adottando uno stile linguistico adeguato al destinatario, che sia un cliente, un possibile socio o datore di lavoro;
  • Scoprire la propria reputazione online, ricercando le proprie generalità sui motori di ricerca. In questo modo è possibile scovare le impressioni altrui, con l’intento di migliorare quelle di stampo negativo.
  • Distinguersi dai competitors, proponendosi in maniera diversa ed innovativa, incuriosendo maggiormente l’interlocutore;
  • Creare il proprio pubblico di nicchia, incrementando la propria presenza sui social e interagendo con la pubblicazione di contenuti inerenti al proprio brand.

Tag: personal branding cos’è, come fare personal branding, creare personal branding, personal branding, cos’è il personal branding.

Condividi questo articolo

Rispondi

Gianluca Gentile