Domande Frequenti su WordPress, tutto quello che devi sapere

Guide e FAQ WordPress 2024.
Share this article

WordPress è la piattaforma di gestione dei contenuti (CMS) più popolare al mondo, utilizzata da milioni di siti web. Che tu sia un principiante o un esperto sviluppatore, le domande su WordPress possono sorgere in qualsiasi momento. In questo articolo, “Domande Frequenti su WordPress, tutto quello che devi sapere”, affronteremo le domande più comuni riguardanti l’uso, la configurazione, e la gestione di WordPress. Dall’installazione alla personalizzazione, passando per la sicurezza e il recupero di un sito, qui troverai le risposte essenziali per sfruttare al meglio questa potente piattaforma.

Cos’è WordPress?

WordPress è una piattaforma di gestione dei contenuti (CMS) che consente la creazione e la gestione di siti web in modo semplice e intuitivo. È diventato lo strumento preferito per blog, siti aziendali, portfolio e persino e-commerce grazie alla sua flessibilità And facilità d’uso. WordPress offre due varianti principali: WordPress.com, una soluzione ospitata, e WordPress.org, una versione auto-ospitata che dà più controllo e personalizzazione al proprietario del sito. La sua popolarità è dovuta anche a una vasta gamma di temi e plugin disponibili, che permettono di estendere le funzionalità e personalizzare l’aspetto del website secondo le esigenze specifiche.

A cosa serve WordPress?

WordPress serve a creare e gestire un sito web senza la necessità di conoscenze tecniche avanzate in programmazione. Grazie alla sua interfaccia intuitiva e alla vasta scelta di themes and plugins, è possibile realizzare qualsiasi tipo di sito: da un semplice blog personale a un complesso sito e-commerce. WordPress è apprezzato per la sua scalabilità, consentendo ai siti di crescere in termini di contenuti e funzionalità con facilità. Inoltre, essendo una piattaforma open-source, offre una grande flessibilità, permettendo agli sviluppatori di personalizzare siti in modo avanzato.

Che linguaggio usa WordPress?

WordPress è principalmente sviluppato in PHP, un linguaggio di scripting lato server, utilizzato per creare pagine web dinamiche. Oltre a PHP, WordPress fa ampio uso di HTML, CSS, e JavaScript per la strutturazione, la presentazione e l’aggiunta di interattività ai siti web. Questa combinazione di tecnologie consente a WordPress di offrire un’esperienza utente ricca e una gestione dei contenuti flessibile, rendendolo adatto a utenti con diversi livelli di competenza tecnica.

Chi usa WordPress?

WordPress è utilizzato da un’ampia varietà di utenti, inclusi individui, imprese, e organizzazioni di ogni dimensione e settore. Dai blogger che condividono le loro passioni online agli imprenditori che costruiscono siti e-commerce, fino a enti no-profit e grandi aziende che necessitano di un sito vetrina, un portale informativo o un forum. La piattaforma si adatta a diverse esigenze grazie alla sua versatilità, facilità d’uso e alla vasta gamma di funzionalità che possono essere implementate con l’aggiunta di plugins And temi. WordPress è particolarmente apprezzato per la sua comunità globale, che offre supporto, risorse e aggiornamenti continui, rendendolo una soluzione dinamica e in evoluzione per chiunque voglia creare e mantenere un sito web.

Come si usa WordPress gratuito?

Per utilizzare WordPress in modo gratuito, si può ricorrere a WordPress.com, che offre una piattaforma ospitata senza la necessità di acquistare un hosting o un dominio separato. Dopo aver creato un account su WordPress.com, si ha accesso a un’interfaccia user-friendly per selezionare un tema tra quelli disponibili, personalizzarlo secondo le proprie preferenze e iniziare a pubblicare contenuti. Questa versione gratuita include diverse funzionalità utili per chi inizia, ma presenta limitazioni riguardo la personalizzazione completa del sito e l’uso di plugin esterni. Per chi desidera maggiore controllo e opzioni avanzate, è possibile passare a un piano a pagamento su WordPress.com o optare per la versione auto-ospitata di WordPress disponibile su WordPress.org, che richiede un hosting e un dominio propri.

Come scaricare WordPress gratuitamente?

For scaricare WordPress gratuitamente, visita il sito ufficiale WordPress.org. Qui troverai un pulsante “Scarica WordPress” ben visibile, solitamente situato nella home page o nella sezione di download. Cliccando su questo pulsante, inizierà il download dell’ultima versione di WordPress sotto forma di un file zip. Una volta scaricato, puoi estrarre i file su un computer e caricarli sul tuo server web tramite FTP se hai intenzione di installare WordPress su un hosting personale. Questo processo fa parte dei passaggi iniziali per creare un sito web auto-ospitato con WordPress.org, offrendoti piena libertà di personalizzazione e controllo sul tuo sito.

Quali sono i requisiti per installare WordPress?

Per installare la versione auto-ospitata di WordPress disponibile su WordPress.org, ci sono alcuni requisiti tecnici fondamentali da soddisfare. Innanzitutto, è necessario disporre di un servizio di hosting web che supporti PHP versione 7.4 o superiore e MySQL versione 5.6 o MariaDB versione 10.1 o superiore. Queste tecnologie sono essenziali per l’esecuzione del software WordPress. Inoltre, è consigliato l’utilizzo di HTTPS, che richiede un certificato SSL, per garantire la sicurezza del sito e dei suoi visitatori. Molti provider di hosting offrono installazioni WordPress con un solo clic, semplificando notevolmente il processo di configurazione per gli utenti meno esperti. Assicurati che il tuo piano di hosting soddisfi questi requisiti tecnici prima di procedere con l’installazione di WordPress.

Come accedere a WordPress.org?

Accedere a WordPress.org non richiede un processo di login per scaricare il software o accedere alla maggior parte delle risorse, come temi e plugin. WordPress.org è il sito ufficiale del progetto WordPress, dove puoi trovare il software open-source da scaricare gratuitamente, oltre a una vasta gamma di risorse come plugin, temi, e documentazione per utenti e sviluppatori.

If you wish contribuire al progetto WordPress, partecipare ai forum di supporto, o recensire temi e plugin, avrai bisogno di creare un account. Ecco come fare:

  1. Visita WordPress.org: Apri il tuo browser e vai su WordPress.org.
  2. Crea un account: Nell’angolo in alto a destra della homepage, troverai un link per “Log In”. Cliccandoci sopra, verrai indirizzato a una pagina dove puoi scegliere di creare un nuovo account cliccando su “Register”.
  3. Compila il modulo di registrazione: Inserisci un nome utente, un indirizzo email e accetta i termini del servizio. Dopo aver inviato il modulo, riceverai un’email per confermare il tuo indirizzo email e impostare la tua password.
  4. Accedi: Una volta che la tua email è stata confermata e hai impostato una password, puoi accedere a WordPress.org utilizzando le tue nuove credenziali.

Creando un account su WordPress.org, potrai partecipare attivamente alla community di WordPress, scaricare risorse, chiedere e offrire supporto nei forum, e contribuire al progetto in vari modi.

Come si usa WordPress.org?

Pagina ufficiale WordPress: libertà di creare online.

home page wordpress org

WordPress.org è la piattaforma auto-ospitata che offre il massimo controllo e personalizzazione del tuo sito web. Per utilizzarla, segui questi passaggi:

  1. Scarica WordPress: Vai su WordPress.org e scarica l’ultima versione di WordPress.
  2. Scegli un Hosting: Seleziona un provider di hosting che soddisfi i requisiti di sistema di WordPress e che preferibilmente offra l’installazione di WordPress con un solo clic.
  3. Installa WordPress: Puoi installare WordPress manualmente caricando i file scaricati sul tuo server web tramite FTP, o utilizzando l’installazione automatica fornita dal tuo hosting.
  4. Configura il tuo sito: Dopo l’installazione, accedi al pannello di amministrazione di WordPress per configurare il sito. Qui puoi selezionare un tema, installare plugin e iniziare a creare pagine e post.
  5. Personalizza il tuo sito: Utilizza l’editor di WordPress per personalizzare l’aspetto del tuo sito. Puoi modificare i layout, aggiungere widget, e ottimizzare il sito per i motori di ricerca (SEO).

WordPress.org richiede una maggiore gestione tecnica, inclusa la manutenzione del sito e gli aggiornamenti di sicurezza, ma offre una flessibilità senza pari per personalizzare il tuo sito web.

Differenza tra WordPress.com e WordPress.org

La principale differenza tra WordPress.com e WordPress.org risiede nella gestione dell’hosting e nel grado di controllo che hai sul tuo sito. WordPress.com è una piattaforma di hosting gestito, che semplifica la creazione e la gestione di un sito web offrendo hosting, sicurezza e backup in un unico pacchetto. È ideale per principianti o per chi cerca una soluzione chiavi in mano senza preoccuparsi degli aspetti tecnici. Tuttavia, questa comodità viene con limitazioni sulla personalizzazione, l’uso di plugin di terze parti e la monetizzazione.

WordPress.org, d’altro canto, richiede che tu acquisti il tuo hosting, installi manualmente il software WordPress e lo gestisci autonomamente. Questo offre una libertà completa su personalizzazione, scelta dei plugin e temi, e permette di monetizzare il sito senza restrizioni. Sebbene richieda più conoscenze tecniche e impegno nella manutenzione, WordPress.org è la scelta preferita per chi desidera costruire un sito web professionale e completamente personalizzato.

Come accedere a WordPress.com?

For accedere al tuo sito o al tuo account su WordPress.com, segui questi passaggi:

  1. Visita il sito di WordPress.com: Apri il tuo browser e vai all’indirizzo WordPress.com.
  2. Clicca su ‘Accedi’: Nella pagina principale di WordPress.com, troverai un pulsante o un link per accedere, solitamente situato nell’angolo in alto a destra della pagina.
  3. Inserisci le tue credenziali: Nella pagina di accesso, inserisci il tuo indirizzo email o il nome utente e la password associati al tuo account WordPress.com. Se hai collegato il tuo account a Google, puoi anche utilizzare il pulsante “Continua con Google” per un accesso rapido.
  4. Completa l’accesso: Dopo aver inserito le tue credenziali, clicca sul pulsante per accedere. Se le informazioni sono corrette, verrai reindirizzato al dashboard di WordPress.com, da dove potrai gestire il tuo sito o i tuoi siti, scrivere nuovi post, modificare le pagine, controllare le statistiche e accedere a varie impostazioni del tuo account.

Se incontri problemi durante il processo di accesso, come dimenticare la tua password, puoi utilizzare il link “Password dimenticata?” per avviare il processo di recupero della password. WordPress.com offre anche supporto per l’autenticazione a due fattori, migliorando la sicurezza del tuo account.

Con questi passaggi, dovresti essere in grado di accedere facilmente al tuo account o al tuo sito su WordPress.com e iniziare a gestire i tuoi contenuti.

Come entrare da admin su WordPress?

For accedere al pannello di amministrazione (dashboard) di WordPress come admin, devi prima visitare l’URL del tuo sito seguito da /wp-admin. Ad esempio, se il tuo sito web è www.miosito.com, l’URL per accedere sarà www.miosito.com/wp-admin. Una volta raggiunta questa pagina, ti verrà chiesto di inserire il tuo username And password che hai impostato durante la fase di installazione di WordPress.

Dopo aver effettuato l’accesso, verrai indirizzato al pannello di amministrazione di WordPress, da cui puoi gestire il tuo sito. Questo include la pubblicazione di nuovi contenuti, l’installazione di temi e plugin, la modifica delle impostazioni del sito e molto altro. Se hai dimenticato la tua password, puoi utilizzare il link “Password dimenticata?” sulla pagina di login per reimpostarla.

Come ripristinare la pagina WordPress?

For ripristinare una pagina WordPress che è stata cancellata o modificata accidentalmente, ci sono diverse strategie che puoi adottare, a seconda della configurazione del tuo sito e delle risorse a tua disposizione:

  1. Backup del sito: Se hai effettuato regolarmente dei backup del tuo sito WordPress, puoi ripristinare facilmente una versione precedente della pagina tramite il pannello di controllo del tuo servizio di hosting o utilizzando plugin di backup come UpdraftPlus o BackupBuddy. È importante scegliere un backup che risale a prima della perdita o modifica indesiderata della pagina.
  2. Revisioni: WordPress salva automaticamente le revisioni delle pagine mentre lavori su di esse. Puoi accedere a queste revisioni direttamente dall’editor di WordPress. Seleziona la pagina o il post che desideri ripristinare, cerca il box “Revisioni” nel menu a destra e naviga tra le diverse versioni salvate. Seleziona la revisione che desideri ripristinare e clicca su “Ripristina”.
  3. Cestino: Se hai cancellato una pagina, WordPress la sposta temporaneamente nel Cestino, dove rimane per 30 giorni prima di essere eliminata definitivamente. Visita la sezione “Pagine” nel tuo pannello di amministrazione, clicca su “Cestino” e poi sul link “Ripristina” sotto la pagina che vuoi recuperare.

Implementare una strategia di backup regolare è il modo migliore per proteggere il tuo sito da perdite accidentali di dati, consentendoti di ripristinare pagine, post e anche l’intero sito se necessario.

Come disdire abbonamento WordPress.com?

For disdire un abbonamento su WordPress.com, segui questi passaggi:

  1. Accedi al tuo account: Visita WordPress.com e accedi con le credenziali del tuo account.
  2. Vai al pannello di gestione: Una volta effettuato l’accesso, clicca sul tuo avatar o nome utente nell’angolo in alto a destra per accedere al tuo pannello di gestione.
  3. Gestisci i tuoi siti: Seleziona il sito relativo all’abbonamento che desideri cancellare.
  4. Accedi alle impostazioni di fatturazione: Nel menu laterale, trova e seleziona la sezione “Piani” o “Billing & Plans” (Fatturazione e Piani).
  5. Annulla l’abbonamento: Cerca l’abbonamento che intendi annullare e clicca su “Annulla abbonamento” o “Manage” (Gestisci) e poi “Annulla”. Segui le istruzioni per completare la cancellazione.

Ricorda che annullando un abbonamento prima della sua scadenza, potresti avere diritto a un rimborso secondo la politica di rimborso di WordPress.com. Inoltre, considera che annullando un piano a pagamento, il tuo sito potrebbe perdere alcune funzionalità premium e ritornare alla versione gratuita di WordPress.com con limitazioni.

Come usare WordPress senza dominio?

Interfaccia selezione dominio gratuito WordPress.

come creare un sito wordpress senza dominio

Usare WordPress senza acquistare un dominio personalizzato è possibile grazie a WordPress.com. Quando crei un sito su WordPress.com, puoi iniziare con un sottodominio gratuito che segue il formato tuo-sito.wordpress.com. Questa opzione è ideale per blogger principianti, piccoli progetti personali o chiunque voglia testare WordPress prima di investire in un dominio personalizzato.

Ecco come iniziare:

  1. Crea un account su WordPress.com.
  2. Scegli l’opzione gratuita durante il processo di configurazione del sito. Ti verrà assegnato automaticamente un sottodominio basato sul nome che hai scelto per il tuo sito.
  3. Personalizza il tuo sito utilizzando i temi e gli strumenti di personalizzazione disponibili su WordPress.com. Anche con un piano gratuito, hai accesso a diverse opzioni per modificare l’aspetto del tuo sito.
  4. Pubblica contenuti. Anche senza un dominio personalizzato, puoi iniziare a creare e pubblicare post, pagine e media sul tuo sito WordPress.com.

Se in futuro decidi che vuoi un dominio personalizzato, puoi facilmente aggiornare il tuo piano su WordPress.com per includere un dominio personalizzato, oppure migrare il tuo sito a WordPress.org, dove puoi avere un controllo completo sul tuo sito, inclusa la scelta del dominio.

Quanti ruoli utente ammette WordPress?

WordPress supporta diversi ruoli utente, ciascuno con le proprie autorizzazioni specifiche, che consentono di gestire in modo efficace chi può fare cosa all’interno di un sito. Questi ruoli sono fondamentali per i siti con più autori o contribuenti, offrendo un controllo granulare sull’accesso e sulle capacità degli utenti. I ruoli utente predefiniti in WordPress includono:

  1. Amministratore: Ha accesso a tutte le funzioni amministrative del sito. Può modificare temi, plugin, aggiungere nuovi utenti e cambiare i loro ruoli, oltre a avere il controllo completo sui contenuti.
  2. Editore: Può pubblicare e gestire i post inclusi quelli di altri utenti, ma non ha accesso alle funzionalità di amministrazione del sito.
  3. Autore: Può pubblicare e gestire i propri post, ma non quelli di altri utenti.
  4. Collaboratore: Può scrivere e gestire i propri post ma non pubblicarli. I post devono essere approvati da un utente con maggiori privilegi, come un editore o un amministratore.
  5. Sottoscrittore: Può gestire il proprio profilo ma non può pubblicare contenuti. Questo ruolo è tipicamente usato per permettere agli utenti di accedere a contenuti o funzionalità esclusivi.

Questi ruoli consentono di mantenere un livello di sicurezza e organizzazione all’interno del pannello di amministrazione di WordPress, assicurando che ogni utente abbia solo l’accesso necessario per svolgere le proprie funzioni.

Come scrivere su WordPress?

For scrivere un post o una pagina su WordPress, segui questi passaggi semplici che ti permetteranno di pubblicare i tuoi contenuti in modo efficace:

  1. Accedi al tuo pannello di amministrazione WordPress: Digita l’URL del tuo sito seguito da /wp-admin e accedi con le tue credenziali.
  2. Seleziona ‘Post’ o ‘Pagine’: Nel menu laterale del pannello di amministrazione, troverai le voci “Post” per gli articoli del blog e “Pagine” per le pagine statiche del tuo sito. Clicca su quello che desideri creare e poi su “Aggiungi nuovo”.
  3. Usa l’editor di WordPress: Verrai indirizzato all’editor di WordPress, dove puoi iniziare a scrivere il tuo contenuto. L’editor Gutenberg, introdotto nelle versioni più recenti di WordPress, utilizza un approccio basato su blocchi che ti permette di inserire, spostare e modificare vari elementi del contenuto facilmente.
  4. Aggiungi titolo e contenuto: Inserisci il titolo del tuo post o pagina nell’apposito spazio e utilizza l’area sottostante per scrivere il testo, inserire immagini, video, e altri media.
  5. Imposta una categoria e dei tag: Per i post, puoi assegnare categorie e tag per aiutare i lettori a trovare il tuo contenuto in base agli argomenti trattati.
  6. Anteprima e pubblicazione: Prima di pubblicare, utilizza il pulsante “Anteprima” per vedere come apparirà il tuo post o pagina sul sito. Quando sei soddisfatto del risultato, clicca su “Pubblica” per rendere il contenuto visibile a tutti i visitatori del tuo sito.

Ricorda di salvare regolarmente il tuo lavoro mentre scrivi, per non perdere le modifiche apportate. WordPress offre anche la possibilità di programmare la pubblicazione dei post, una funzionalità utile per mantenere una cadenza regolare nei tuoi aggiornamenti.

Come recuperare un sito WordPress?

Recuperare un sito WordPress compromesso o danneggiato richiede alcuni passaggi critici per assicurarsi che il sito torni online in modo sicuro e funzionale:

  1. Identifica il problema: Prima di tutto, è fondamentale capire la natura del problema. Se il sito è stato hackerato, potresti notare modifiche non autorizzate, reindirizzamenti sospetti o prestazioni lente. Se il problema è tecnico, come un errore di aggiornamento o un conflitto di plugin, l’errore potrebbe essere più diretto da identificare.
  2. Metti il sito in modalità manutenzione: Utilizza un plugin di manutenzione o modifica direttamente il file .htaccess per mettere il sito in modalità manutenzione. Questo impedisce ai visitatori di accedere al sito mentre lo stai riparando.
  3. Controlla gli ultimi backup: Se hai backup recenti del tuo sito, valuta di ripristinarlo a una versione precedente prima che il problema si verificasse. Assicurati che il backup sia pulito e non contenga malware o errori.
  4. Scansiona per malware: Utilizza strumenti come Wordfence, Sucuri o altri servizi di sicurezza per scansionare il tuo sito alla ricerca di malware o codice sospetto. Questi strumenti possono anche aiutarti a rimuovere le minacce.
  5. Aggiorna tutto: Assicurati che WordPress, i temi e i plugin siano aggiornati all’ultima versione. Spesso, gli aggiornamenti includono correzioni di sicurezza che possono prevenire vulnerabilità.
  6. Cambia password e chiavi di sicurezza: Cambia tutte le password associate al tuo sito, inclusi WordPress, database e FTP. Aggiorna anche le chiavi di sicurezza di WordPress per invalidare le sessioni esistenti.
  7. Contatta il tuo hosting: Se non riesci a risolvere il problema da solo, contatta il supporto del tuo provider di hosting. Possono offrire assistenza tecnica e consigli specifici per la tua situazione.
  8. Considera l’assistenza professionale: Se il sito è gravemente compromesso e non riesci a ripristinarlo, potrebbe essere utile assumere un professionista o un’azienda specializzata nella pulizia e nel ripristino di siti WordPress.

Dopo aver recuperato il sito, implementa misure di sicurezza aggiuntive, come l’utilizzo di plugin di sicurezza, l’implementazione di HTTPS e la limitazione dei tentativi di accesso, per ridurre il rischio di futuri problemi.

In quale linguaggio è sviluppato WordPress?

WordPress è sviluppato principalmente in PHP, un linguaggio di scripting lato server ampiamente utilizzato per lo sviluppo web. PHP consente di creare contenuti web dinamici interagendo con database e file, rendendo WordPress una piattaforma estremamente flessibile e adattabile per siti web di ogni tipo. Oltre a PHP, WordPress utilizza anche HTML, CSS, e JavaScript per gestire la struttura, la presentazione e la funzionalità interattiva dei siti web. Questa combinazione di tecnologie permette agli utenti di WordPress, dai principianti agli sviluppatori esperti, di creare e personalizzare siti web in modo intuitivo e potente. Grazie alla sua architettura basata su PHP, WordPress può essere esteso con temi e plugin, offrendo una personalizzazione senza precedenti e la possibilità di aggiungere nuove funzionalità.

Come trasferire sito WordPress manualmente?

Trasferire un sito WordPress manualmente da un hosting all’altro o da un dominio a un altro richiede attenzione e cura per assicurarsi che tutti i dati e le configurazioni vengano spostati correttamente. Ecco i passaggi principali per effettuare la migrazione:

  1. Backup dei file e del database: La prima cosa da fare è eseguire un backup completo del sito. Questo include tutti i file di WordPress (temi, plugin, upload) e il database. Puoi utilizzare FTP per scaricare i file e phpMyAdmin (o strumenti simili offerti dal tuo hosting) per esportare il database.
  2. Carica i file sul nuovo hosting: Utilizzando FTP, carica i file di WordPress nella directory radice (o nella directory desiderata) del nuovo server di hosting.
  3. Crea un nuovo database: Nel pannello di controllo del tuo nuovo hosting, crea un nuovo database e assegna un utente con tutti i privilegi necessari per accedervi.
  4. Modifica il file wp-config.php: Modifica il file wp-config.php nel tuo sito WordPress per aggiornare le informazioni relative al nuovo database, includendo nome del database, nome utente e password.
  5. Importa il database: Utilizzando phpMyAdmin o uno strumento simile nel tuo nuovo hosting, importa il database precedentemente esportato.
  6. Aggiorna l’URL del sito: Se il tuo dominio cambia con il trasferimento, dovrai aggiornare gli URL all’interno del database. Puoi farlo manualmente tramite phpMyAdmin cercando nelle tabelle wp_options, wp_posts And wp_postmeta, o utilizzando strumenti come Search Replace DB o plugin come Better Search Replace.
  7. Riconfigura se necessario: Dopo il trasferimento, potrebbe essere necessario riconfigurare alcune impostazioni, come quelle dei plugin o del tema, per assicurarsi che tutto funzioni correttamente nel nuovo ambiente.
  8. Aggiorna i DNS: Infine, se hai cambiato hosting ma non dominio, dovrai aggiornare i DNS per puntare al nuovo server. Questo processo può richiedere da poche ore a 48 ore per propagarsi completamente.

Ricorda di testare il sito dopo il trasferimento per assicurarti che tutto funzioni come previsto. Un trasferimento manuale può sembrare complesso, ma seguendo questi passaggi con attenzione, puoi spostare il tuo sito WordPress senza perdere dati o funzionalità.

Mica male è? (Conclusioni)

Se sei giunto a questo punto, significa che hai esplorato le domande più frequenti che ricevo su WordPress. Ti sei forse chiesto quanto sia realmente semplice gestire questa piattaforma, vero? Spesso, si cade nell’errore di considerare WordPress come un semplice strumento per creare siti web, senza necessità di programmazione o conoscenze tecniche avanzate. Questa percezione poteva avere un fondamento anni fa, ma la realtà è cambiata drasticamente. Negli ultimi sette anni, WordPress si è evoluto in un software completo che permette lo sviluppo e la creazione di qualunque soluzione web possa venirti in mente.

Con l’evoluzione tecnologica, le normative europee, l’introduzione dell’intelligenza artificiale e molti altri fattori, gestire un sito web oggi richiede una conoscenza ampia e variegata. Per questo motivo, ho deciso di specializzarmi nel mondo di WordPress oltre dieci anni fa. Grazie alla mia esperienza e alla mia agenzia, la G Tech Group S.R.L.S. (visita il sito), e al servizio dedicato ai siti WordPress, RescueWP (scopri di più), offro un supporto completo che ti permetterà di concentrarti esclusivamente sui contenuti del tuo sito web o sulla gestione del tuo e-commerce, lasciando a noi le questioni tecniche.

Per qualsiasi esigenza di supporto, non esitare a contattarci inviando una mail a [email protected]. Siamo qui per assisterti in ogni aspetto della gestione del tuo sito WordPress, permettendoti di dedicarti a quello che conta davvero: il tuo business.

Share this article

Leave a Reply

Gianluca Gentile