Google's second page: possible send-off soon?

Second page of google,second page google,google second page,delete second page google,the second page of google,second page google seo
Share this article

There seconda pagina di Google, e tutte le altre a seguire, potrebbero essere eliminate in futuro con l’introduzione di uno scorrimento verticale con quale caricare tutti i risultati in una schermata unica.

Chi desidera beneficiare di una certa visibilità su internet deve realizzare ovviamente dei contenuti di qualità e che vengano letti da un buon numero di utenti. Nei fatti bisogna produrre articoli o pagine web con l’obiettivo di indicizzarli al meglio sui search engine, in modo tale da ottenere un posizionamento soddisfacente sui risultati espressi dalla Serp.

A tal riguardo sappiamo perfettamente che la prima pagina della Search Engine Results Page riporta una serie di risultati a seconda delle keyword utilizzate, sia per quanto riguarda la versione desktop che quella mobile. Ma questo sistema, presto o tardi, potrebbe subire una modifica netta che andrebbe a mutare tutto l’ecosistema che vi ruota attorno, soprattutto in ambito SEO. Stiamo parlando della possibile eliminazione della seconda pagina di Google.

Via la seconda pagina di Google?

Second page of google,second page google,google second page,delete second page google,the second page of google,second page google seo

Come abbiamo detto pocanzi l’aumento dei click da parte dei navigatori sul proprio website è un obiettivo di fondamentale importanza da perseguire con un attento lavoro di indicizzazione. Ciò infatti consentirà al tuo brand di essere conosciuto da un pubblico vasto come quello che troviamo online e di conseguenza accrescerne la fama. Quindi se il tuo contenuto sarà collocato nella prima pagina prodotta dal motore di ricerca avrai ottime speranze che venga visualizzato da un alto numero di persone. Se invece troverà posto nella seconda, terza o quarta schermata di Google diminuiranno esponenzialmente i click degli utenti. Il sistema che noi conosciamo potrebbe altresì essere stravolto, soprattutto in seguito alle ultime news provenienti da oltreoceano.

Pochi giorni fa si è assistito ad un cambiamento che ha visto l’eliminazione della seconda pagina di Google sostituita da uno scorrimento verso il basso. E’ una novità che riguarda al momento soltanto i cittadini statunitensi fruitori di smartphone e tablet (esclusa la versione desktop). Nello specifico lo scroll verticale va a mostrare in serie tutti i link in passato presenti nella seconda, terza, quarta pagina ecc. Quindi al termine della ricerca eseguita sullo smartphone non comparirà più la dicitura “pagina successiva”.

Second page of Google

Cosa cambierà per la SEO

Si tratta di un’evoluzione mirata ad agevolare la navigazione di chi non trova le dovute risposte dopo aver digitato la parola chiave, e che quindi cliccano sulle pagine a seguire. Ciò ha spiazzato utenti ed addetti ai lavori, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo della SEO in termini di indicizzazione.

Ma l’eventuale addio della seconda pagina di Google quanto influirà alla prova del nove? Nei fatti bisogna considerare un aspetto: meno di un utente su cento guarda più in là della seconda pagina. Pertanto tutti coloro che operano nel settore web e che lavorano per rendere più visibile un sito non dovrebbero riscontrare grossi cambiamenti in merito. Allo stesso tempo andrebbe valutata l’effettiva esperienza d’uso. L’abitudine allo scrolling è già presente tra le nostre abitudini, dato l’uso quotidiano dei social media come Instagram e Facebook. Inoltre da non sottovalutare l’introduzione di ulteriori elementi come foto e video, che diventerebbero strumenti di richiamo per osservare gli altri risultati visibili con lo scorrimento.

Non resta quindi che attendere ulteriori novità in merito, data la possibilità non così remota di assistere all’arrivo di queste novità anche nel nostro paese.

 

 

Share this article

Table of Contents

Follow my WhatsApp channel

Discover our products

Follow me on social media

Latest Posts

Leave a Reply

Gianluca Gentile